Il Diario di Disco Club

Valutazione Autore
 
0.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Diario del 21 gennaio
Entra una ragazza, "Ha mica bisogno di una persona? Cerco disperatamente lavoro per non essere di peso in casa", mi dispiace deluderla, ma "In due siamo sufficienti", al suo posto si materializza l'ex bimbo degli Iron (quello che aveva minacciato il suicidio se non gli avessi procurato un cd); ex perché ormai ha passato i venti ed è quasi un metro e novanta, non l'ho sentito entrare a causa della sua nuova andatura da Pantera Rosa, la domanda è la stessa, "Mi prendi a lavorare?". Un brivido lungo la schiena al pensiero di averlo tra i piedi tutto il giorno, il "no" è in questo caso secco, ma lui "Anche gratis, non so come passare il tempo", ribadisco il "no" e lui se ne va con le sue lunghe leve e il suo passo ondeggiante e lento, così almeno impiega di più a tornare a casa e gli passa un po' di tempo. Differenza di prospettive: c'è chi cerca lavoro per necessità e chi per vincere la noia.
Altre perle della giornata. Vista la moria di artisti negli ultimi giorni e l'impennata di vendite dei dischi di Bowie, in negozio parte il dibattito su chi potrebbe arrivare a quei livelli di boom tra gli ancora viventi, c'è chi dice Mick Jagger, chi Roger Waters, chi Bob Dylan, chi Peter Gabriel ed ecco che a questo punto s'inserisce il solito cliente quotidiano, in attesa della seduta psicanalitica, "Lo sapete che Riccardo Fortis sta ai Pooh come Peter Gabriel ai Genesis?", "?????????".
Infine una coppia, lei si rivolge a Dario, "Avete musica per il massaggio tantrico?", Dario "No. Mi dispiace" (sempre gentile), lei strabuzza gli occhi per la sorpresa "Non ne avete?", Dario conferma, ma lei insiste "Dove possiamo trovarla a Genova?", Dario regge e si limita a un "Non saprei", ma appena quelli escono "Ma che cavolo dice quella? Era sorpresa di non trovare musica per i suoi massaggi, ma va....".

Valutazione Autore
 
0.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Diario del 18 gennaio
"Scusi, volevo sapere se ha e quanto costa l'ultimo vinile di Cristina D'Avena", è una ragazza a chiedermelo, "Finito, costava sui 40€", "QUARANTA EURO?", "Sì, è un'edizione limitata", "Io l'ho visto a molto meno", "Perché non l'hai preso?", "Era su Amazon, 35 euro", interviene una sua amica più saggia "Più le spese di spedizione, quindi uguale" (ragazza intelligente), lei "Me lo può ordinare?", "No, era così limitato che non c'è più", lei "Possibile che quando cerco una cosa io, non si trova?", la saggia amica "Se lo hai visto su Amazon, ordinalo lì".
Due vecchi clienti, non ancora abituati ai nuovi avventori, mi guardano perplessi. Squilla il telefono, "Discooocluuub", altra ragazza "Avete il cd nuovo di Giusy Ferreri?", vado a controllare nell'angolo della vergogna, "Sì, c'è", "Meno male. Me lo può mettere via? Mi serve assolutamente, vengo domani". I due vecchi clienti sono sempre più attoniti, nei loro occhi leggo la domanda "Ma come ti sei ridotto?", "Ragazzi, se non ci fossi io, queste povere ragazze dove potrebbero trovare la loro musica d'avanguardia? Sentite questa cover, è quasi meglio di Jeff Buckley......."

Valutazione Autore
 
0.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Diario del 16 gennaio
Colpo al cuore oggi. Entra una combriccola di giovanissimi. Una di loro mi chiede dove sono i cd di Marley, l'accompagno e la lascio lì a scegliere. Servo altri clienti, poi sento una voce, "Signore", è la ragazzina che dal fondo del negozio mi chiama per prendere il cd scelto di Marley, vado e le dico "E' la prima volta che qualcuno mi chiama signore, magari capo o maestro, ma signore mai". Compra Legend e se ne va senza scusarsi.
Il Maratoneta è ormai una presenza fissa al pomeriggio, oggi nel periodo della sua permanenza entra Quasimodo, lui allora si rivolge a me e a gesti mi fa capire "Questo è matto". Al sabato sera non ci facciamo mancare niente, arriva anche Ivano col suo solito show anti-mamma concluso con l'altrettanto solita espulsione. Liberatomi dell'importuno, mi rivolgo a Maurizio il Maratoneta "Questo è matto, vero?", lui conferma "Matto, matto".

Valutazione Autore
 
0.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Diario del 15 gennaio
Dialoghi sui massimi sistemi oggi a Disco Club. S'incontrano U Megu e Maurizio il Maratoneta, faccio loro presente che hanno una passione in comune, no, non è calcistica, si tratta delle donne in divisa, nella fattispecie le ferroviere. La scintilla è istantanea, si scambiano opinioni, U Megu "Conosci Alessandra? E' quella bionda coi capelli lunghi", il Maratoneta, "Sì, sì, sta a levante", U Megu, "A me sembrava a Sori", il Maratoneta, "Sì, sì, a Sori", U Megu, "E' del 1977", il Maratoneta, "Sì, sì del 1977, come il disco dei Chicago Ics I (per lui XI dopo Chicago sta per Ics I e non undici). Altre esponenti femmine del personale viaggiante di Trenitalia passano sotto l'esame dei due esperti, che di ognuna sanno la data di nascita e la residenza (all'occhio ragazze!), il Maratoneta è più audace, ha tutta una serie di selfie con le ferroviere (oltre a quelli con le atlete) e si guadagna spesso da loro un euro per il caffè, a dire il vero ci guadagno io, perché il caffè lui non lo prende e l'euro lo porta a me per comprarsi i cd.
Ancora donne alla ribalta. La prima al telefono, "Avete il cd del Gesù di Zeffirelli?".
La seconda di persona, con un foglietto con su scritto 'Nero', me lo mostra e chiede, "Avete un disco di questo cantante?", io "Nero?", lei "Sì, non mi ricordo il nome", "Franco" spara uno spiritoso, "No, quello è un attore" (meno male, lo conosceva), "Fabrizio Moro", prova un altro, lei rimane indecisa su questo suggerimento, ma "Mi sembrava Nero non Moro". A me sembra impossibile, però ci provo, "Negramaro", lei "Ma è un gruppo", io, "Sì, ma hanno un cantante", lei "Ah". Come finisce? Compra il cd dei Negramaro.

Valutazione Autore
 
0.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Diario del 13 gennaio
Tormentone del giorno, anzi della settimana: "Avete Blackstar?". Dopo la domanda le giustificazioni: "Sono sempre stato un fan, lo avrei comprato prima, ma non sapevo che fosse uscito" (un vero fan lo sa e viene a chiedermelo prima che esca, non dopo la morte del suo idolo); "Non ho mai comprato niente di lui, ma avrei sempre voluto farlo, ho sentito la notizia al telegiornale e mi è venuto voglia di venire a prenderlo" (sì, perché glielo ha detto Mollica); "E' da Let's Dance che non compro un suo disco, quelli dopo non mi sono piaciuti, questo però è bello" (se ti piaceva Let's Dance come può piacerti questo?). Una vera e propria processione con aggiunta di plurime rotture telefoniche; tra queste una signora, dalla voce non molto giovane, "Vorrei una raccolta di Bowie, l'importante è che contenga Space Oddity", "Ho solo Changesone, è il primo pezzo", "Bene, e gli altri titoli?", glieli leggo, non basta, "C'è in qualche altro cd?", "Sì, ma io, come le ho detto, ho solo questo", "Mi può leggere le canzoni contenute nelle altre raccolte?", "No, non le ho", "Ci sono anche raccolte con più dischi?", "Sì", "Ci saranno molte più canzoni", "Ovviamente", ci pensa un attimo, poi non ce la fa a trattenere la domanda, "Sa qualche titolo?", "Signora, glielo ripeto: HO SOLO CHANGESONE. Space Oddity c'è e mi sembrava di aver capito che fosse la conditio sine qua non per comprare il cd". Sono convincente, "Me lo tenga, passo domani a prenderlo". Poso esausto e mi trovo davanti un ometto un po' timoroso, "Scusi vorrei l'ultimo disco di ...", si ferma, si deve essere dimenticato il nome, poi riparte, "David", di nuovo fermo, poi, titubante "Bowie?", come a dire 'non sono sicuro del nome, ma mi sembra questo'. "L'HO FINITO E NON SO QUANDO MI ARRIVA", lo spavento, batte in ritirata.

Valutazione Autore
 
0.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Diario del 12 gennaio
Da un po' di tempo abbiamo ospite fisso un cliente, che, in attesa della seduta dalla psicanalista, intrattiene i clienti con consigli sui dischi da comprare. Sicuramente lui ha una notevole cultura musicale, ma non azzecca molto i gusti degli altri. Oggi si esibisce con Giuliana, cliente di vecchia data con preferenze quasi esclusive per i cantautori folkeggianti, non troppo country, solo statunitensi, europei scartati a priori. Cosa consiglia il nostro tuttologo? "Signora, dovrebbe provare a sentire questo disco, è meraviglioso" e le mostra Circe, colonna sonora strumentale di due Sigur Ros. Giuliana lo guarda interdetta, la tolgo dall'impiccio io, "Che cavolo dici Andrea, lei compra solo cantanti americani e tu le proponi un cd strumentale di islandesi?". Lui non si rassegna, vuole a tutti i costi farmi vendere un disco, ci prova con Mimmo, uno dei più vecchi (di età) clienti, quello che ha subito l'espulsione di più lunga durata, il maggior fan vivente di Emmylou Harris e, in subordine, di Jerry Lee Lewis e Willie Nelson; gli mostra un cd, non vedo quale, ma sento il suo commento "Senta questo, qui cantava come Julian Cope". Anche in questo caso il suo interlocutore mostra con lo sguardo perso nel vuoto la sua ignoranza sull'argomento-Cope e devo di nuovo intervenire io, "Vai Andrea, vai che la dottoressa ti aspetta".
Rimasti soli, Mimmo mi sorprende, "Gian avrai letto anche tu, e lo saprai meglio di me, che sta uscendo un nuovo disco", mi aspetto la solita richiesta degli ultimi tre mesi, la ristampa del Trio (Linda Ronstadt, Dolly Parton, Emmylou Harris), invece "Capitani coraggiosi di Baglioni e Morandi", "Non lo sapevo meglio di te, proprio non lo sapevo e nemmeno ci tenevo, ma come TU (calco la voce su questo 'tu', come a dire proprio tu che rompi le palle a tutti se non conoscono i dischi dei tuoi preferiti) senti quei due?", si sente colto in fallo, ma si difende con "Sai, i ricordi degli anni sessanta, tipo In ginocchio da te", "All'epoca tu avevi 21 anni, Morandi lo sentivano solo le ragazzine e le nonne, adesso lo sentono solo le ragazzine dell'epoca, ora nonne. E Baglioni?", "Ho visto il programma alla televisione, lo avrai visto anche tu, era piacevole", "Io non l'ho visto perché non mi sono messo davanti alla televisione, e non l'avrei visto nemmeno se mi ci fossi messo, perché penso che mi sarei addormentato prima del terzo minuto". Mi lascia e si rivolge a Dario, "Mi raccomando, l'ho già detto a Gian, tenetemi il cd di Baglioni/Morandi".

Top ten del mese

1.
Valutazione Autore
 
93
Valutazione Utenti
 
0 (0)
2.
Valutazione Autore
 
92
Valutazione Utenti
 
0 (0)
3.
Valutazione Autore
 
90
Valutazione Utenti
 
0 (0)
5.
Valutazione Autore
 
90
Valutazione Utenti
 
0 (0)
6.
Valutazione Autore
 
85
Valutazione Utenti
 
0 (0)
7.
Valutazione Autore
 
83
Valutazione Utenti
 
0 (0)
8.
Valutazione Autore
 
83
Valutazione Utenti
 
0 (0)
9.
Valutazione Autore
 
82
Valutazione Utenti
 
0 (0)
10.
Valutazione Autore
 
80
Valutazione Utenti
 
0 (0)