Radio Disco Club 65

Questo teoricamente è già uscito, ma è rimasto imbrigliato nella rete del coronavirus.
Questa coppia già insieme nei Beautiful South, lui prima leader degli Housemartins, ritornano per fare un bel disco di ballate pop inglesi, come dice il nostro (assente su facebook) Marco Sideri, che su Blow up gli assegna un bel otto. Qui ve lo proponiamo completo, però, se vi piace, mi raccomando, vi aspettiamo da Disco Club!
















"First Rose Of Spring è un album in studio della leggenda che sfida i tempi, vincitore dei Grammys per i due album precedenti (Ride Me Back Home 2019 ha vinto il Best Solo Country Performance e My Way del 2018 ha vinto il Best Pop Album tradizionale). Mentre i suoi ultimi album si sono concentrati sull'affrontare la realtà della mortalità e piangere o ridere in faccia, questo si concentra molto di più sulla celebrazione del presente e sull'abbraccio della vita, dell'amore, degli amici e della famiglia.
L'album include brani scritti da Willie e dal produttore di lunga data Buddy Cannon ("Blue Star", "Love Just Laughed") combinati con brani scritti da Chris Stapleton e Toby Keith oltre a una manciata di brani classici che Willie interpreta a modo suo (dal Billy La traccia di Joe Shaver "We Are The Cowboys" al sublime classico di Charles Azanavour "Hier Encore"), tutti eseguiti con una straordinaria band di pistoleri di Nashville. La prima traccia, che dà il titolo all'album "First Rose Of Spring", è scritta da un team di cantautori Randy Houser, Allen Shamblin e Mark Beeson". (addetto stampa)
L'uscita dell'album è prevista per il 3 luglio, ecco due anticipazioni.

 

 

Matthew Stephen Ward, conosciuto come M. Ward (4 ottobre 1973), è un cantautore e produttore discografico statunitense. Oltre alla sua produzione solista, fa parte dei She & Him (con Zooey Deschanel) e dei Monsters of Folk.Questa la sua discografia.

1999 - Duet for Guitars#2 
2001 - End of Amnesia
2001 - Live Music & The Voice of Strangers
2003 - Transfiguration of Vincent
2005 - Transistor Radio
2006 - Post-War
2009 - Hold Time
2012 - A Wasteland Companion
2016 - More Rain
2020 - Migration Stories

Come vedete è già inserito "Migration Stories", che è in uscita ai primi di aprile (coronavirus permettendo).

Questo dice Matthew parlando del suo ultimo disco:

"Era l'inverno 2018/19 - Sono volato a Montreal per incontrare Tim Kingsbury, Richard Reed Parry, Craig Silvey e Teddy Impakt allo Studio Du Arcade Fire. È stato un bel momento con una squadra da sogno in una città che amo. Inverno nella splendida Quebec. Les semaines les plus froides de ma vie. Ho avuto un sacco di demo ispirate a storie di migrazione che avevo sentito da amici o letto sui giornali mentre ero in tournée in Europa e Nord America. Ricordo di essere stato colpito dalle somiglianze delle storie che ho ascoltato da entrambi i continenti e da come erano cambiati solo i nomi dei potenti e degli impotenti, pensando: "È questo il futuro? Questo è il nostro futuro? " Passò un po'di tempo, le storie si intrecciarono e ora le ricordo più vicine ai personaggi nel sogno di come le persone potessero trattarsi a vicenda rispetto a qualsiasi tipo di realismo di prima pagina. Penso che la musica inconsciamente - che sia scrivere o ascoltare - è un filtro per me - che aiuta a trasformare tutte le cattive notizie in qualcosa di nuovo da cui partire - alcuni dischi per me sono come profezie che si autoavverano - visualizzare il cambiamento per desiderare qualcosa in essere - quei dischi hanno ispirato questo. " - M. Ward inverno 19/20

Ecco alcuni pezzi dell'album in uscita




 

Top ten del mese

1.
Valutazione Autore
 
87
Valutazione Utenti
 
0 (0)