Rock

Valutazione Autore
 
80
Valutazione Utenti
 
0 (0)
RYLEY WALKER - Golden Sings That Have Been Sung

Il giovane Ryley Walker percorre strade sonore affascinanti e impervie. Ci vuole un talento solido e precoce come il suo per seguire le orme di Bert Jansch, Tim Buckley e Nick Drake con la necessaria sensibilità e Primerose Green (secondo album del songwriter di Chicago) elargiva talento e sensibilità a piene mani. Golden Sings That Have Been Sung, album sontuoso e poliedrico, rappresenta un passo ulteriore verso l’evoluzione artistica di Ryley Walker. Il produttore Leroy Bach, polistrumentista dei Wilco, ha traghettato il retroterra musicale del cantautore verso una sorta di crossover folk-psichedelico tanto impegnativo ed ambizioso da spingersi fino a scenari sonori prog. Ma fra gli otto brani dell’album, più che lunga e tortuosa Age of Old Tales o l’ipnotica suite Sullen Mind, affascina la semplice, efficacissima struttura folk di Roundabout e A Choir Apart. In ogni caso, le premesse per un futuro ricco di brillanti innovazioni sono ben evidenti e Ryley Walker saprà coglierle una ad una. (Ida Tiberio)

Valutazione Autore
 
82
Valutazione Utenti
 
0 (0)
WILCO - Schmilco

Una cosa è certa: Jeff Tweedy è ben intenzionato a tener salde le redini della sua creatura favorita, i Wilco. Che approdano al tredicesimo disco al ventunesimo onorato anno di carriera, se contiamo anche lo splendido “Live”, qualcosa in più se aggiungete antologie e il cofanettone di demo e inediti uscito recentemente. Non ci sono stupefacenti novità in questo notevole Schmilco, in copertina un agghiacciante fumetto in salsa humor noir, con tanto di paparino contento di farsi fulminare per garantire alla figlia energia elettrica per il suo giradischi.

Valutazione Autore
 
80
Valutazione Utenti
 
0 (0)
BLUES PILLS - Lady in Gold

Partono le note del brano che intitola il disco, e l'effetto “retromania” è assicurato: siamo da qualche parte tra Los Angeles e San Francisco, l'anno, a scelta, potrebbe essere uno qulasiasi tra il '66 ed il '67. Magari Blues Pills appare come gruppo di spalla a un'esibizione dei Quicksilver, degli It's A Beautiful Day: anche la grafica scelta, liberty da pieno fulgore “freak” conferma. Invece no, naturalmente. Le date devono slittare di mezzo secolo in avanti, i Blues Pills sono una ragazza e tre z lungocrnuti, lei svedese, un francese, due americani, e la California c'entra solo perché davvero lì si sono incontrati. Elin Larsson, splendida e grintosa voce, ha un timbro e un attacco che è la sintesi perfetta tra l'ugola arrochita di Janis Joplin, e la grazia feroce e inquietante di Grace Slick con i primi Jefferson Airplane. Ruggiscono in blues rock le chitarre, martellano le ritmiche. Loro dicono di essersi formati su Free e Grand Funk: forse. Ma i modelli californiani citati sono invece la dominante secca. Per cui, orfani delle Gran Signore Rock, fatevi avanti. (Guido Festinese)

Valutazione Autore
 
82
Valutazione Utenti
 
0 (0)
ANGEL OLSEN – My Woman

Nel caso abbiate deciso di comprare, quest’anno, solo un  disco di ‘rock al femminile’ è molto probabile che sia giunta l’occasione buona. La Olsen aveva dato buona prova delle sue doti nel  2014, con Burn Your Fire For No Witness e qui conferma ed estende quell’impressione. Le sfumature country del precedente disco sono sparite, e non se ne sente la mancanza. Nell’iniziale “Intern”, appaiono come novità dei sintetizzatori, ma in generale  è tra  rock e ballate sensuali (come la torch song Those Were The Days) che si muovono i dieci brani di My Woman, scaletta che si può anche  ampliare scegliendo le varie edizioni: Cd secco, Cd con selz, (altri quattro brani in un secondo disco), frizzante LP con download o, per gli spendaccioni, tutta la roba in un cocktail  che comprende anche poster, 45 giri con For You di Roky Erickson e Tougher Than The Rest di Springsteen. Ma la sporca decina di questa versione può senz’altro  bastare a soddisfare la propria sete. Alla salute! (Fausto Meirana)

Valutazione Autore
 
79
Valutazione Utenti
 
0 (0)
TEENAGE FANCLUB – Here

Qualcuno dice che i Teenage Fanclub sono ovvi, che basta poco per capire come e dove andranno a finire le loro melodie o i loro assoli di chitarra. In parte è vero, ma non è che la cosa risulti troppo importante: anche il fan vuole quei giri melodici, quelle chitarre e si sente felice e rassicurato ascoltandoli. Stabilito questo, Here è un perfetto disco dei Fannies di oggi, signori sulla cinquantina che si ripresentano dopo una pausa di sei anni del precedente Shadows e non propongono sorprese di alcun tipo. Suonano più riflessivi e pacati rispetto al loro album più classico - Bandwagonesque del 1991 – e mantengono inalterati i referenti storici, vale a dire i Byrds, i Big Star e... se stessi.

Valutazione Autore
 
82
Valutazione Utenti
 
0 (0)
 SYLVIE GENOVESE - Corde Migranti

La celeberrima Scuola popolare di musica del Testaccio diretta da Giovanna Marini può contare anche sulle grandi energie di una chitarrista eccellente, formatasi a Parigi, etnomusicologa di vaglia: Sylvie Genovese. Nata a Lione, vissuta parecchio in America Latina, stabilitasi poi a Roma. Non sorprenderà dunque che lo splendido viaggio “migrante” indicato dal titolo sia letteralmente così, nelle undici stazioni di questo splendido cd: in spagnolo, in francese, in italiano, da Brassens a Yupanqui. Apparentemente c'è da restare frastornati, alle prese con un’incisione che accosta Io te vurria vasà a Los Hermanos, Brace (cofirmata dal grande Piero Brega che molti ricorderanno nel Canzoniere del Lazio) a Alfonsina Y el Mar: ma tutto è in equilibrio, sulla voce amaramente intensa di Genovese, e sul tintinnare degli arpeggi acustici. (Guido Festinese)

Top ten del mese

1.
Valutazione Autore
 
90
Valutazione Utenti
 
0 (0)
2.
Valutazione Autore
 
85
Valutazione Utenti
 
0 (0)
3.
Valutazione Autore
 
85
Valutazione Utenti
 
0 (0)
4.
Valutazione Autore
 
83
Valutazione Utenti
 
0 (0)
5.
Valutazione Autore
 
82
Valutazione Utenti
 
0 (0)
6.
Valutazione Autore
 
80 (2)
Valutazione Utenti
 
0 (0)
7.
Valutazione Autore
 
75
Valutazione Utenti
 
0 (0)
8.
Valutazione Autore
 
68
Valutazione Utenti
 
0 (0)
9.
Valutazione Autore
 
60
Valutazione Utenti
 
0 (0)