Oh Girls di Ida Tiberio


Ecco le signore selezionate per voi oggi...sparse in ordine anagrafico
LISA HANNIGAN: Niente male l'ancor (abbastanza) giovane Lisa. La fascinazione per la musica pare sia avvenuta attraverso l'ascolto delle romanze liriche cantate da Maria Callas. Ma si sa, l'Irlanda è terra di infinite suggestioni sonore. Lisa Hannigan vanta ottime qualità vocali e, complice l'incontro con Damien Rice, diventa una cantautrice apprezzata per la sua voce quieta e avvolgente


ANI DI FRANCO: spirito indomito e ribelle, determinata quanto basta per appoggiare con decisione le battaglie per i diritti civili e infondere un raro vigore politico alla sua attività di songwriter. Ani di Franco è una straordinaria protagonista della musica indie-folk americana. Da ascoltare e apprezzare senza riserve.


JOAN AS A POLICE WOMAN: La piccola Joan Wasser amava una serie televisiva dal titolo Police Woman. Angela Dickinson interpretava un'agente piena di grinta e coraggio. Ma la ragazza amava anche la musica (ha studiato piano e violino al College) e quel personaggio intraprendente e carismatico divenne il suo nome d'arte quando, dopo, ottenne il primo contratto discografico. La relazione di Joan con Jeff Buckley è nota. Il suo talento anche.


JONI MITCHELL: E' necessario un dispendio di parole per raccontare Joni Mitchell? Dubito. Lei ha scritto alcune delle pagine più belle della canzone americana. E' stata ed è un punto di riferimento essenziale per chiunque, dal Canada alla California, abbia avuto il talento e la dotazione umana e poetica necessaria per comporre canzoni. Lunga vita, dunque, alla Signora dei Canyon.


SANDY DANNY: E anche in questo caso, entusiasmo senza riserve. Sandy Danny, mi si perdoni il tono che lascia poco spazio al contraddittorio, è la più bella voce femminile del folk britannico. Ambito in cui le belle voci certamente non mancano. In molti, a partire dai Fairport Convention fino ai Led Zeppelin, devono molto all'incomparabile vocalità e alle intuizioni artistiche di questa ragazza fragile e sensibile.


JUDI COLLINS: Ed ecco la signora dai celebri occhi blu che tanto potere di fascinazione ebbero sugli artisti della Costa Ovest. Anche lei munita del prezioso dono di una voce soave e duttile. Agli albori degli anni sessanta, dopo un buon numero di esibizioni nei club del Greenwich Village, arriva il primo contratto discografico. La sua fama, però, si consolida in qualità di interprete sopraffina di brani di altri. Eccone un esempio


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Top ten del mese

1.
Valutazione Autore
 
87
Valutazione Utenti
 
0 (0)