Stampa
PDF
 
 

Diario del 8 marzo

Diario del 8 marzo
"Sono un ragazzo che cerca delle canzoni, mi hanno detto di venire da voi, c'è anche Feltrinelli ma mi hanno detto di venire da voi, avete tutto jazz blues Johnny Cash e quel pianista che gli è venuto un accidenti alla mano e non può più suonare? Credevo avessi chiuso, vendete sempre dischi? Allora dove siete all'inizio di via San Vincenzo? Allora lascio la macchina nella piazzetta, dove la lasciavo quando andavo allo stadio e poi andavo a piedi, la lascio lì poi attraverso la strada e prima di via XX giro e siete lì? Quel pianista mi sembra si chiami Petinucci". Tutto d'un fiato, con scarsi miei tentativi d'intervenire per dire che "Sì, abbiamo tutti quei generi", "Sì, siamo sempre aperti e in via San Vincenzo", "No, il pianista si chiama Petrucciani, anzi si chiamava, visto che è mancato 18 anni fa", non ce l'ho fatta, ha già salutato e posato.
A un altro qualche disgraziato ha consigliato di rivolgersi a noi. Alle 8:39 di questa mattina telefona. "Discooocluuub", "Pronto, Disco Club?", "Sì" (l'ho appena detto, anzi discooocluuub), lui, "Vorrei sapere se avete ancora cassette vergini", io, "No", lui, "Strano, ho chiesto a voi perché siete rinomati".
E' la giornata delle cassette. Signora al telefono, "Avete la cassetta dell'ultimo di Albano?", "No", "E immaginavo, lo avranno chiesto in tanti in musicassetta!".
Anche in negozio richieste brillanti. "Avete qualcosa di Stevie Bowie?" (era Stevie Wonder) e l'ormai classico "Ha l'ultimo della Giannini?".

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Giudizio complessivo*
Commenti
    Per favore inserisci il codice di sicurezza.
 
 
Powered by JReviews

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Top ten del mese

2.
Valutazione Autore
 
90
Valutazione Utenti
 
0 (0)
3.
Valutazione Autore
 
81
Valutazione Utenti
 
0 (0)