Oh Girls di Ida Tiberio

Oggi parliamo di Band-girls
Ecco un "wild bunch" di ragazze che hanno dato lustro alle band d'appartenenza come (e in qualche caso più) dei ragazzi.


Nico. No, in questo caso non è uno stereotipo: Christa Paffgen, da Colonia, in arte Nico, è davvero un concentrato esplosivo di genialità, sregolatezza e caparbia volontà d'affermazione. E' stata modella di successo (certo, con la sua bellezza altera dev'essere stato un gioco...da ragazze) e poi attrice richiesta da registi come Lattuada e Fellini. Poi l'incontro con Andy Warhol e l'inizio di un periodo newyorkese di cui conserverà ricordi non sempre positivi. I fermenti creativi della Factory le sono congeniale e Warhol ritiene che la bellezza e vocalità cupa e inquieta della giovane tedesca possano dare slancio e visibilità al primo album dei Velvet Undegound, la band di Lou Reed e John Cale di cui lui è produttore. Ma i rapporti tra Nico e il resto della band non sono idilliaci. Lei lascia la band per dedicarsi a una proficua e intensa carriera solistica, prima di essere travolta dalle vicende più oscure della sua tormentata esistenza


 

Grace Slick. Ed eccoci al cospetto di una delle "Californian girl alternative" più celebri della storia del rock. Grace Slick è la front-woman dei Jefferson Airplane e dei Jefferson Starship. Ha una bella voce, un'invidiabile presenza scenica e una grande disponibilità ad immergersi senza incertezze nella contro-cultura degli anni sessanta, di cui diventa una fiera e indiscussa protagonista. L'incantevole e illusoria bellezza del trinomio "peace, love and music" parte dalla California e dilaga in tutto il mondo. Grace e I Jefferson non si fanno trovare impreparati. La mitica "Summer of love" del '67 li coglie al posto giusto: nella Haight-Asbury di San Francisco, intenti a sperimentare una vita comunitaria e alternativa. Tra un turno di registrazione e svariati esperimenti lisergici.


 

Stevie Nicks. Beh...sembra che la bellezza femminile sia un requisito se non richiesto, quanto meno molto apprezzato nel magmatico mondo del rock! Che dire della fascinosa artista americana Stevie Nicks, che i britannici Fleetwood Mac vogliono nella loro band, insieme al di lei marito, il batterista Linsday Buckingam. Il grande successo, nonostante le tensioni che proprio in quel periodo agitavano le due coppie della band (l'altra è quella formata da Christine e John Mac Vie) arriva nel '77 con Rumors, uno degli album piò venduti nella storia del rock.


 

Elizabeth Fraser. Inappuntabile vocalist dei Cocteau Twins, Liz possiede il timbro vocale giusto e le competenze musicali necessarie per rendere più efficaci le atmosfere elettroniche e "darkwave" (ma questa è solo semplice e zoppicante definizione, prendetela per quello che vale) della band. L'eclettica artista inglese collabora con nomi di primo piano della scena musicale britannica (non ultimi i Massive Attack e Peter Gabriel) e col compianto Jeff Buckley. Inoltre si dedica ad una carriera solistica non particolarmente fortunata.


 

Tracy Thorn. Un connubio davvero affascinate, in perfetto equilibrio tra folk e sonorità indie, quello degli Everything but the Girls. La band inglese consta di due elementi: il chitarrista produttore e speaker radiofonico Ben Watts e la bassista e vocalist di talento Tracy Thorn. Il percorso artistico della coppia (che è tale anche nella vita) raggiunge vette compositive altissime soprattutto negli anni ottanta ma prosegue per un lungo periodo. Poi Tracy collabora con i Massive Attack (anche lei!) e pubblica (con alterne fortune) alcuni album da solista


 

Dolores O'Riordan. E' consentita una parentesi dedicata alla commozione? Se lo è, ne approfitto. Anzi, a pensarci bene penso che approfitterò in ogni caso. Quella di Dolores O'Riordan è la storia di una ragazza irlandese di rigida educazione cattolica. Ha una voce incantevole, delicata eppure terribilmente intensa che diventa il tratto distintivo della sua band, i Cranberries. E' famosa e ammirata, il suo talento è ampiamente riconosciuto. Eppure, la sottile linea di demarcazione tra equilibro e instabilità comincia presto a logorarsi. Abbandona la band per qualche anno, poi riprende il ruolo che le spetta fino al gennaio del 2018, quando viene trovata senza vita in una camera d'albergo, a Londra. Era attesa la mattina successiva in studio di registrazione. Di quella voce limpida, di quella sensibilità inquieta, io sento la mancanza.

 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Top ten del mese

1.
Valutazione Autore
 
84
Valutazione Utenti
 
0 (0)
2.
Valutazione Autore
 
83
Valutazione Utenti
 
0 (0)