Musica italiana

Valutazione Autore
 
0.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

ImageTerzo disco per Cristina Donà, ormai uno dei personaggi di maggior spicco della scena  musicale  italiana più acuta, quella che fa capo a nomi come La Crus e Afterhours. “Dove sei tu”   compie altri, sostanziosi  passi in avanti  nella sintesi tra melodia ed ironica sperimentazione avviata in “Tregua” e proseguita con “Nido”.

Valutazione Autore
 
0.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

ImageCome il tributo ai Pavement di cui abbiamo parlato qui qualche settimana fa, anche Days Before The Day degli Yuppie Flu arriva dalla Homesleep, e di quell’etichetta porta avanti lo spirito libero e l’estetica legata a tanto “indie rock” americano.

Valutazione Autore
 
0.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

ImageQuesto disco è il racconto d’una serata di musica e memoria di oramai due anni fa. I PGR, ultima incarnazione dell’essere CCCP/CSI, portano sul palcoscenico con sé la suggestione di oltre vent’anni di cammino dai tempi del punk filo sovietico insieme alle atmosfere cariche di tensione malinconica di questo millennio nuovo. Il tutto per ricordare la resistenza, quella d’allora, e guardare dove stiamo andando oggi.

Valutazione Autore
 
0.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

Image“L’indispensabile”; difficile immaginare un titolo più esplicito per una raccolta di brani a cui è affidato il compito di sintetizzare in modo significativo la carriera di un musicista. Nel caso di Vinicio Capossela, però, la scelta del materiale appare davvero ineccepibile. Come un accurato diario di viaggio, L’indispensabile permette di seguire i percorsi sonori e poetici di un artista schivo e di grande talento.

Valutazione Autore
 
0.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
ImageLa ben nota forza polemica di Giorgio Gaber confluisce nell’ amarezza disincantata e pungente del suo ultimo album, Io non mi sento italiano, scritto insieme allo“storico” coautore Sandro Luporini e prodotto da Beppe Quirici. La morte dell’artista milanese ha fatto sì che questo lavoro intriso di pessimismo e spietatamente severo nei confronti di certe” illusioni sociali” diventasse una sorta di testamento poetico. Lineare e rigoroso negli arrangiamenti, Io non mi sento italiano contiene brani già noti, tra cui L’illogica allegria e Il dilemma,  e sei canzoni inedite.
Valutazione Autore
 
0.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
ImageStorie del nostro passato e ritmi della nostra tradizione sono gli ingredienti di questo disco a due voci. Un linguaggio ancora attuale e fortissimo per quattordici ballate che ospitano Palmiro Togliatti, Sacco, Vanzetti e il “feroce monarchico Bava” insieme a Bella Ciao e li trasformano nella pagine di un libro semplice e diretto.

Top ten del mese

1.
Valutazione Autore
 
99
Valutazione Utenti
 
0 (0)
2.
Valutazione Autore
 
90
Valutazione Utenti
 
0 (0)
3.
Valutazione Autore
 
85
Valutazione Utenti
 
0 (0)
4.
Valutazione Autore
 
83
Valutazione Utenti
 
0 (0)
5.
Valutazione Autore
 
82
Valutazione Utenti
 
0 (0)
6.
Valutazione Autore
 
81
Valutazione Utenti
 
0 (0)
7.
Valutazione Autore
 
80
Valutazione Utenti
 
0 (0)
8.
Valutazione Autore
 
78
Valutazione Utenti
 
0 (0)
9.
Valutazione Autore
 
77
Valutazione Utenti
 
0 (0)
10.
Valutazione Autore
 
75
Valutazione Utenti
 
0 (0)