Musica italiana

Valutazione Autore
 
0.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
ImageI grandi spazi sembrano poco congeniali alla musica di Paolo Conte. Ma non è indispensabile l’eleganza raccolta dell’Opera di Parigi perché l’artista piemontese si esprima al meglio delle sue (grandi) potenzialità. Questo doppio album live dimostra che Paolo Conte e la sua band sono a proprio agio anche nello scenario aperto e suggestivo dell’Arena di Verona. Bartali, Vieni Via Con Me, Alle Prese Con la Verde Milonga, Genova Per Noi e la recente Elegia segnano un percorso ricco di sogni e illusioni che dalla provincia porta ai mitici luoghi del jazz e alle raffinatezze notturne dei locali di Montmatre.
Valutazione Autore
 
0.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)

ImageMorricone, famoso ed apprezzato in tutto il mondo per le sue colonne sonore, è uno degli autori italiani più rispettati sulla scena internazionale. Le platee di Londra e Berlino, come di New York e Parigi, si inchinano ogni volta che il maestro decide di tenere un concerto. I temi che ha scritto per accompagnare duelli e praterie continuano ad essere ristampati e a ciclo continuo, rivelandosi anno dopo anno punti di riferimento assoluti nel genere.

Valutazione Autore
 
0.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
ImageCosa faceva al festival di Sanremo (anno 2001) uno che si portava nel cuore Nick Drake? Come riusciva a unire il  vuoto superspettacolare dell’Ariston con la traboccante intensità del musicista più ritroso d’Inghilterra? Sono cose che bisognerà chiedere a Roberto Angelini, se capiterà l’occasione.
Valutazione Autore
 
0.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
ImageQuel Lungo Treno non è solo un album di notevole valore artistico; è l’appassionato omaggio di Massimo Bubola alla memoria dei suoi avi. Attraverso canzoni  tradizionali e intense ballate di sua composizione, il musicista veronese narra vicende umane irrimediabilmente sconvolte dalla guerra, e in particolare rievoca gli orrori e le sofferenze del primo conflitto mondiale, ormai caduto in un impenetrabile oblio. 
Valutazione Autore
 
0.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
ImageIl disco parte sbilenco con “Non siamo mai stati sulla luna”, arrangiata fra Mercury Rev e Francesco Renga, migliora molto a metà cammino e si sfuoca nel finale. I  Mercanti di Liquore avevano iniziato la loro carriera come cover band di Fabrizio De André (anche il nome è una citazione da “Il suonatore Jones”), salvo emanciparsi a poco a poco dall’ingombrante ombra del maestro, qui percepibile solo in “Senza titolo”.
Valutazione Autore
 
0.0
Valutazione Utenti
 
0.0 (0)
ImageCosa c’è sotto la maschera fatta di barba-occhiali neri-cappellino? Un’altra maschera uguale a quella, poi un’altra e un’altra ancora. Inutile cercare oltre; il “vero” Francesco De Gregori sta proprio in una stratificazione di sé perseguita lungo una carriera più che trentennale (unico parziale sussulto l’album con Giovanna Marini).

Top ten del mese

1.
Valutazione Autore
 
90
Valutazione Utenti
 
0 (0)
2.
Valutazione Autore
 
90
Valutazione Utenti
 
100 (1)
3.
Valutazione Autore
 
90
Valutazione Utenti
 
0 (0)
4.
Valutazione Autore
 
90
Valutazione Utenti
 
0 (0)
5.
Valutazione Autore
 
90
Valutazione Utenti
 
0 (0)
6.
Valutazione Autore
 
86
Valutazione Utenti
 
0 (0)
7.
Valutazione Autore
 
82
Valutazione Utenti
 
0 (0)
8.
Valutazione Autore
 
82
Valutazione Utenti
 
0 (0)
9.
Valutazione Autore
 
80
Valutazione Utenti
 
0 (0)
10.
Valutazione Autore
 
75
Valutazione Utenti
 
0 (0)