Stampa
 
I nostri preferiti Rock TRAFFIC - John Barleycorn Must Die (Island 1970)
 

TRAFFIC - John Barleycorn Must Die (Island 1970) Hot

ImageSulla carta, John Barleycorn avrebbe dovuto segnare l’inizio della carriera solistica di Stevie Winwood e visto il precoce e solido eclettismo del giovane musicista inglese, i presupposti  erano più che incoraggianti. Dopo lo Spencer Davis Group, i Traffic e la fugace parentesi dei Blind Faith, Winwood sembra intenzionato a trovare una dimensione espressiva autonoma, capace di cogliere l’essenza della sua produzione discografica precedente: una perfetta sintesi di rhythm’n’blues, pop e sonorità progressive. La ricerca dei collaboratori, però, induce Stevie Winwood a compiere un inaspettato passo a ritroso: chiama accanto a sé Chris Wood e Jim Capaldi, con i quali ha condiviso l’esperienza, ufficialmente archiviata, dei Traffic.
In sala d’incisione, l’idea dell’album solistico decade e John Barleycorn diventa uno degli album più geniali e apprezzati dei Traffic. I tre musicisti ritrovano l’armonia e realizzano un lavoro che sancisce la loro piena maturità artistica. Nulla è lasciato al caso; i sei brani dell’album sono altrettanti esempi di stile e creatività. La solenne e bellissima title-track si rifà ad un’antica canzone popolare britannica ispirata alla figura leggendaria e malandrina di John Barlrycorn. Ma i Traffic passano con invidiabile naturalezza dalle sonorità folk alle suggestioni funky-jazz di Freedom Rider e Stranger To Himself e alla contagiosa euforia di Glad, uno brani semi-strumentali più trascinanti dell’epoca. Chris Wood riempie l’atmosfera di sinuosa leggerezza con sax e flauti traversi, Jim Capaldi infonde energia grazie alla sua sapiente padronanza della sezione ritmica. La voce di Stevie Winwood, inconfondibile e multiforme, dà un’ulteriore tocco di classe all’intero album. (Ida Tiberio)

Recensione Utenti

Nessuna opinione inserita ancora. Scrivi tu la prima!

Voti (il piu' alto e' il migliore)
Giudizio complessivo*
Commenti
    Per favore inserisci il codice di sicurezza.
 
 
Powered by JReviews