kingCi siamo, domani dopo 66 giorni (non contiamo oggi che è domenica), si riparte. Dopo la partenza del 19 dicembre 1965, questa è la terza ripartenza. maggio 1975La prima è stata a maggio 1975 dopo una chiusura di qualche giorno per la ristrutturazione del negozio (vedi foto a sinistra; aveva dieci anni, sembrava già vecchio; adesso ne ha 45 in più, ma è sempre uguale a quel giorno del '75). La seconda, senza chiusura (un giorno solo il primo dell'anno, tra l'altro domenica), lunedì 2 gennaio 1984, quando sono subentrato io. Questa terza è la più dolorosa e cruenta, ci è costata, come diceva Churchill "sangue, sudore e lacrime". Sangue per fortuna poco, solo quello di Dario che mentre aprivamo le scatole con i nuovi arrivi, si è fatto un taglietto con il residuo legnoso lasciato da Lorenzo nella sua opera di "distruzione" degli antichi mobili; sudore (del sedere) per la fatica di stare 10 ore al giorno a postare sul sito e su facebook (anche molte belinate) sperando che voi non vi scordaste di noi; lacrime, tante, ogni volta che scendevo in negozio, trovavo tutto bagnato davanti alla vetrina: erano le lacrime dei clienti che ci trovavano chiusi! (sarà mica stato qualcos'altro?).
Se poi cercate su wikipedia il numero 66, tra le tante altre, c'è questa definizione: è un numero semiperfetto. Perché semiperfetto? Forse perché gli manca un numero per essere perfetto? Un altro 6? Il numero della bestia, 666. Sì perché questo inizio anno è stato veramente bestiale. Speriamo col vostro aiuto di riuscire a recuperare il tempo perso, però dovrete avere pazienza, il negozio è piccolo e penso di non poter far entrare più di due persone alla volta (obbligatoriamente con la maschera, ve lo dice anche il Re Cremisi), magari non ce ne sarà bisogno, perché fuori dalla porta ci sarà una persona sola, anche se io voglio illudermi di trovare una bella coda, come fuori dai negozi seri. Noi seri non lo siamo mai stati troppo, anzi una nostra prerogativa è il "club" che si crea dentro con discorsi di ogni genere (qualcuno anche serio), cosa resa impossibile ora. Il "club" dovrà trasferirsi fuori. Sì abbiamo pensato questo (visto che si può): io dentro e Dario fuori con il banchetto delle novità per intrattenere i clienti ed estendere l'ora del "deficiente" (avrà sempre compagnia: il Maratoneta, U Megu, il Pluriespulso, il Rompipalle n.1, etc etc etc) poi lui dentro e io fuori per riportare ordine e intrattenere i miei coetanei pensionati...
A domani!

gian e dario

Top ten del mese

1.
Valutazione Autore
 
90
Valutazione Utenti
 
0 (0)
2.
Valutazione Autore
 
89
Valutazione Utenti
 
0 (0)
3.
Valutazione Autore
 
88
Valutazione Utenti
 
0 (0)
4.
Valutazione Autore
 
85
Valutazione Utenti
 
0 (0)
5.
Valutazione Autore
 
85
Valutazione Utenti
 
0 (0)
6.
Valutazione Autore
 
82
Valutazione Utenti
 
0 (0)
7.
Valutazione Autore
 
78
Valutazione Utenti
 
0 (0)
8.
Valutazione Autore
 
76
Valutazione Utenti
 
0 (0)
9.
Valutazione Autore
 
72
Valutazione Utenti
 
0 (0)